Osservare, misurare, ragionare (da programmazione di scienze)

Tema: “Materia energia e trasformazioni”

Percorso didattico e contenuti:

L’importanza dell’osservazione, gli esperimenti qualitativi e quantitativi, la raccolta e la presentazione dei risultati (istogramma), la misurazione e l’unità di misura, misure dirette e indirette, la stima, giudizi oggettivi e giudizi soggettivi, le tappe del metodo sperimentale
Attività ed esperienze:
· Osservazione e descrizione di figure ambigue e illusioni ottiche
· Esperimento dei rimbalzi di palline di diversi materiali
· Laboratorio sulle misure indirette: la stima dei chicchi di riso in 1 kg, lo spessore di un foglio di carta, la misura di una circonferenza di un contenitore
Macrocompetenze
Competenze specifiche
1)Osservare e descrivere
Saper osservare le caratteristiche di figure ambigue e di illusioni ottiche. Saper utilizzare, quando necessario, strumenti di misura e/o di osservazione per individuare grandezze misurabili e/o confrontabili presenti nelle figure.
2)Misurare
Utilizzare semplici strumenti di misura (metro, righello, bilancia)
Riconoscere gli errori sperimentali e saper applicare il metodo della media su più misure di una stessa grandezza, operare approssimazioni, scegliendo, l’opportuna posizione dei numeri decimali, saper utilizzare strategie per fare stime di grandezze in modo indiretto
3)Rappresentare e modellizzare
Rappresentare i fenomeni con semplici disegni e schemi, rappresentare i dati in forma di tabella e in forma di grafico a barre (istogramma)
5)Argomentare
Discutere su fatti, fenomeni, dati, ascoltando anche le posizioni altrui. Argomentare le proprie opinioni confrontandosi con punti di vista diversi, saper porre domande “stimolo” che sollecitino il dibattito e la prosecuzione della discussione.
Migliorare le spiegazioni rielaborando le proprie idee e confrontandosi con gli altri.
8)Comunicare e documentare
Produrre testi orali e scritti: brevi relazioni sulle esperienze svolte, descrizione delle attività realizzate in classe, schemi sui procedimenti e sulle conclusioni. Saper utilizzare un linguaggio pertinente, chiaro e comprensibile.
NB: La numerazione fa riferimento alla numerazione progressiva delle competenze specifiche presente nelle indicazioni provinciali

I materiali


Scheda iniziale per stimolare l'osservazione e mettere in gioco le capacità di descrivere e comunicare

Scheda iniziale per l'osservazione e la descrizione di figure ambigue e di illusioni ottiche

Scheda per il laboratorio delle misure indirette

La verifica sommativa di fine percorso




Osservazioni e nodi critici

Le attività proposte miravano a sviluppare nei ragazzi alcune competenze fondamentali per avvicinarsi all'osservazione e alla descrizione dei fenomeni naturali. E' stato molto importante proporre esempi concreti e piccole esperienze (in particolare l'esperienza dei rimbalzi) per poter "scoprire" insieme aspetti fondamentali dell'attività sperimentale: il mantenimento di condizioni costanti (il pavimento del rimbalzo), la modificazione di una sola variabile per volta (il tipo di pallina usata), l'uso di un adeguato strumento di misura (in questo caso una stecca da un metro autocostruita), l'elaborazione dei dati per poter ovviare all'errore di misura (è stato introdotto il concetto di valore medio di più misurazioni di una stessa grandezza), la costruzione di rappresentazioni grafiche per confrontare i risultati ottenuti (l'uso dell'istogramma). Al termine dell'esperienza sono state anche formulate ipotesi su alcuni aspetti della materia (peso ed elasticità) che torneranno ad essere affrontate nell'unità seguente . Per quanto riguarda il laboratorio sulle misure, alcune attività sono state svolte in modo dimostrativo (la stima del numero di fagioli in un pacco da un kg) sollecitando sempre gli alunni con domande ed invitandoli a formulare proposte risolutive. Si nota tuttavia che la competenza "misurare" richiede tempi lunghi per essere sviluppata. Infatti soltanto attraverso il confronto diretto con le problematiche legate al concetto di misura (grandezza misurabile, unità di misura, strumento di misura, errore di misura, stima, approssimazione...) i ragazzi possono mettere in gioco strategie e abilità che consentano loro di sviluppare questa competenza e di applicarla in diversi contesti.

VAI ALLA PROSSIMA UNITA' DIDATTICA